Pagine

venerdì 24 gennaio 2014

Libri - I racconti di un giovane medico

Cosa accade ad uno studente di medicina appena laureato catapultato nella dura realtà della campagna russa? Lo racconta con grande ironia e severità Michail Bulgakov, nato a Kiev nel 1891 e morto nel 1940, medico e scrittore. Proprio i suoi studi universitari e l'esperienza vissuta come medico in una piccola zona rurale lo ispirarono per questa raccolta di sei racconti edita nel 1963 per la prima volta a seguito delle precedenti pubblicazioni dei singoli racconti tra il 1925 e il 1926. Successivamente, nel 1982 si arrivò all'edizione completa comprendente anche gli ultimi tre racconti L'eruzione stellata, Morfina, Io ho ucciso che porta a nove il totale dei capitoli.

I racconti di un giovane medico - o Appunti di un giovane medico - sono ambientati in un ospedale di campagna nel 1916 dove giunge il giovane dottor Bomgard appena laureatosi a Mosca. I singoli racconti sono tutti in prima persona e non seguono una linea temporale ben precisa ma simulano ciò che accade nel ricordare episodi di vita vissuta: considerazioni, opinioni e un leggero cinismo nell'autodescrizione. Tutto ciò, comprese le grottesche quanto raccapriccianti visioni della cruda realtà con cui si scontra l'inesperto laureato, lo smarrimento e lo sconforto, le paure e i tentativi, contribuiscono a creare una certa simpatia nei confronti del dottor Bomgard e della sua piccola equipe medica che lo assiste.
Ogni racconto presenta evidenti slegature non solo temporali ma anche a carattere di locazione, ciò fa comprendere meglio come queste storie non fossero scritte inizialmente per una raccolta ma come singole pubblicazioni. In comune vi sono solamente il protagonista ed i personaggi secondari.
Episodi come l'arrivo all'ospedale di  Mur'e, il primo parto per di più difficoltoso, il ricorrente riferimento al suo brillante predecessore Leopol'd Leopol'dovic mostrano con molta ironia le debolezze del ragazzo tinte da una certa codardia dettata dall'inesperienza; il voler apparire più adulto e sicuro porta spesso il giovane medico a creare involontariamente un personaggio parodistico che assume atteggiamenti e pose spesso teatrali. Ma i primi pazienti scaraventano immediatamente Bomgard nel mondo reale della medicina, fatta di decisioni difficili, intuito e tentativi. Tutto ciò determinerà la maturazione e la crescita di quel ragazzo solo e smarrito arrivato dalla grande città.
Un libro certamente da leggere, divertente, crudo a suo modo, ma sopratutto introspettivo: mostra i limiti della natura umana e le difficoltà che possono comparire lungo la strada della vita, tutte da affrontare con umiltà e coraggio.

Nel 2012 questa raccolta di racconti è stata oggetto d'ispirazione per la miniserie televisiva Appunti di un giovane medico diretta da Alex Hardcastle con Daniel Radcliffe e Jon Hamm nei panni del protagonista nella versione giovane e nella versione adulta. La miniserie è solamente ispirata al libro e lo si nota dalle scelte dei creatori di articolare maggiormente il personaggio del dottor Bomgard fondendolo in parte con la figura del medico successore del protagonista nel capitolo Morfina del libro di Bulgakov. Ma della miniserie televisiva si parlerà in un secondo momento.

Nessun commento:

Posta un commento